Intervista

Recruiting, formazione e iniziative di engagement, Stefano Cudicio di Stesi: “Le persone sono al centro della nostra azienda”

Stesi lancia un piano di assunzioni biennale. Stefano Cudicio, fondatore e presidente dell’azienda, ci ha parlato dei processi di onboarding, dell’offerta professionale e delle iniziative che portano avanti per valorizzare le persone in azienda e farle crescere

06 Mag 2022

Paola Capoferro

Stesi punta sul capitale umano, ritenuto un asset strategico su cui investire. E lo fa ponendo l’attenzione su tre aspetti: la selezione di nuovi talenti da inserire in azienda, la formazione e l’engagement.

La società veneta, pioniera del software per la gestione dei flussi logistici di magazzino e produttivi, ha previsto un piano di assunzioni per i prossimi due anni per ampliare il team degli Innovation Maniacs, ovvero i collaboratori di Stesi. Nello specifico, le figure da inserire, sia a livello junior che senior, sono sviluppatori, project manager ed esperti di organizzazione interna dei processi.

Al tempo stesso, Stesi ha sempre a cuore la formazione dei suoi collaboratori: per questo tutto il team si impegna a mantenere aggiornate le competenze e a promuovere iniziative volte a favorire l’engagement delle persone.

È il suo fondatore e attuale presidente, Stefano Cudicio, a parlarci di tutti questi aspetti.

Stefano Cudicio

Presidente, Stesi

In che modo accogliete i neo assunti in Stesi?

Il nostro asset strategico sono le persone, ecco perché ce ne prendiamo cura e investiamo su di loro, sia nelle hard skill, quindi le competenze tecniche, ma anche nelle soft skill, ovvero quelle caratteristiche legate alle attitudini personali. Una cura che comincia sin dai primi giorni in azienda: infatti, i nuovi collaboratori vengono affiancati da un tutor, solitamente una figura senior, che gli presenta il prodotto, le metodologie di project management, la policy aziendale, e li aiuta a entrare gradualmente nei meccanismi di Stesi, a imparare come funzionano i nostri sistemi e li introduce nel gruppo di lavoro. Abbiamo notato che questo step iniziale è fondamentale, non solo aiuta i nuovi entrati a prendere confidenza con la nostra realtà, ma si connota come una vera e propria formazione sul campo, a nostro avviso, necessaria.

A detta del nostro team, chi entra in Stesi si ambienta in poco tempo, proprio grazie a questo nostro metodo di lavoro.

Quali sono i punti di forza dell’offerta professionale di Stesi?

Da sempre l’unione fa la forza, per questo noi ci comportiamo come una vera e propria squadra. Lavorare in team è importante, da un lato fa crescere velocemente le persone e favorisce il confronto, dall’altro consente di mantenere alta la qualità del nostro lavoro, che poi è riconosciuto anche dal mercato, e che quindi qualifica le nostre persone. Il nostro è un lavoro che ci vede costantemente a contatto con aziende italiane ed internazionali di primo piano. Il rapporto che si costruisce con i nostri clienti ci stimola di continuo perché ci spinge ad essere sempre al passo coi tempi e ci rende competitivi agli occhi dei player.

Una costante all’interno di Stesi è l’attenzione che poniamo nei confronti dei nostri valori: rispetto e trasparenza. Infatti, come azienda veniamo incontro ai nostri collaboratori e agli studenti che sono interessati a fare esperienza da noi. Un esempio che amo raccontare e che è emblematico della situazione attuale in Italia è quello di un nostro giovane sviluppatore che, sebbene avesse passato tutti gli esami universitari, non aveva ultimato la tesi di laurea, poiché ha trovato un lavoro full time che lo soddisfa. Essendo io stesso un professore universitario, mi sono proposto personalmente di seguirlo nella stesura della tesi, poiché credo che quando una persona si pone degli obiettivi – come in questo caso una laurea – sia giusto trovare il tempo per raggiungerli, anche a discapito del lavoro, che certamente non manca nel mondo degli sviluppatori. Riteniamo altresì importante essere trasparenti, infatti non mancano le occasioni di confronto in cui vengono illustrati gli obiettivi dell’azienda e il budget, ma anche incontri più informali dove si presentano le strategie interne. Sempre collegandoci al concetto di trasparenza, nei nostri annunci di lavoro indichiamo il range di retribuzione annua, proprio per essere il più chiari possibile con chiunque sia interessato a lavorare con noi. Può sembrare una banalità, eppure non capita spesso di sapere la retribuzione per una posizione lavorativa già al momento della candidatura. Infine penso sia utile sottolineare che spingiamo i nostri collaboratori a non lavorare oltre le otto ore al giorno: è infatti giusto sfruttare al meglio il tempo in ufficio per non portare il lavoro a casa e per potersi dedicare ad altre attività e passioni personali.

Le persone che entrano in Stesi che prospettive di crescita hanno?

Stesi è una azienda fortemente meritocratica, e questo è chiaro a tutti fin da subito. Teniamo molto che i nostri collaboratori sappiano che chi è bravo ha possibilità di crescita, chi si impegna viene premiato: è così che, a nostro avviso, le persone tirano fuori tutto il loro potenziale e noi, capendo le loro attitudini, possiamo valorizzarle.

Ci ha parlato di valorizzare le persone. In che modo lo fate? Immagino ci siano anche dei piani di formazione dietro…

Uno degli ambiti su cui concentrarsi oggi è sicuramente quello delle soft skill. Per poter lavorare in team è necessario saper comunicare ed essere in grado di collaborare. È al tempo stesso fondamentale conoscere i propri punti di forza, avere consapevolezza della propria personalità. Per questo motivo abbiamo scelto di affidarci ad una società che opera nel campo delle risorse umane per offrire ai collaboratori la possibilità di sottoporsi a un questionario e successivo colloquio in cui sono state evidenziate le soft skill di ognuno di loro. Non solo quindi abbiamo un quadro generale delle persone che lavorano in Stesi, ma possiamo offrire loro diverse strade per rafforzare le competenze più deboli.

Ovviamente, considerando la natura stessa del nostro business altamente tecnologico, non trascuriamo anche le hard skill. Da questo punto di vista organizziamo dei percorsi di formazione interna, con il supporto di consulenti esperti.

Rispetto al tema dell’engagement quali iniziative sta portando avanti Stesi?

Partendo dal presupposto che quello che abbiamo notato è che le persone si sentono subito parte del team Stesi, devo dire che dimostrano sempre un buon livello di partecipazione. Abbiamo, ad esempio, appeso una bacheca in uno spazio comune per costruire insieme e fare brainstorming per il nuovo payoff: la risposta è stata eccezionale e alla fine siamo arrivati a individuare con grandi consensi “Powered by Innovation”. Un altro esempio che mi fa piacere citare è come abbiano accettato con entusiasmo di raccontare chi sono gli Innovation Maniacs nel video di YouTube: la loro partecipazione in questo tipo di attività è preziosa.

[stesi] Il nostro Team - Innovation Maniacs

In aggiunta, una ulteriore attenzione nei confronti dei collaboratori è data da alcuni incontri individuali in cui ciascuno è libero di comunicare le proprie esigenze e necessità del momento, ma anche gli obiettivi. Questa è un’occasione estremamente importante per noi per ricevere feedback costruttivi che possano rafforzare il senso di appartenenza all’azienda.

Di recente abbiamo organizzato l’annuale Stesi Day, un momento informale per fare il punto sulla situazione dell’azienda (strategie, risultati, obiettivi e stato dell’arte) ma anche per festeggiare tutti insieme.

Abbiamo potuto vedere alcuni spazi del vostro ufficio ripresi nei vostri video. Quanto ritiene importante l’ambiente fisico di lavoro per il tipo di attività che svolgete?

Il nostro ufficio è stato un investimento che Stesi ha deciso di fare, per permettere ai nostri Innovation Maniacs di poter lavorare in un ambiente moderno, luminoso ed attrezzato. La sede è di 500 metri quadrati ed è composta da un ampio open space dove i collaboratori lavorano per la maggior parte del tempo. Per riunioni, chiamate con i clienti e incontri di gruppo, abbiamo predisposto degli ambienti attrezzati in cui chiunque può accedervi qualora ne necessiti. Abbiamo dedicato un’ampia stanza per i corsi di formazione provvista di dispositivi multimediali, ma anche uno spazio dotato di cucina in cui i nostri collaboratori possono pranzare ed avere un luogo separato per poter prendersi una pausa. Abbiamo pensato proprio a tutto perché crediamo che l’ambiente influisca molto sul rendimento e benessere delle persone. Ovviamente, chiunque abbia piacere, può farci visita e conoscere il nostro modo di lavorare.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Paola Capoferro

Redattore di Digital4Executive - sin dal primo vagito della testata - scrivo di Digital Transformation, in particolare sui canali Digital4HR e Digital4Procurement. Ingegnere gestionale, appassionata di numeri, sono stata travolta dal fascino della parola e della scrittura.

Articolo 1 di 4