Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

digital learning

Insiel, il valore della formazione permanente nel mondo ICT

La società ICT in house che eroga servizi per la Regione Friuli Venezia Giulia ha puntato sull’apprendimento continuo con percorsi di formazione costruiti ad hoc. Con lezioni in aula, e-learning, interventi di training on the job o di coaching le competenze dei dipendenti rimangono al passo con l’evoluzione tecnologica

11 Mar 2019

Redazione

Con formazione permanente (o lifelong learning) si intende un processo di apprendimento che copre tutto l’arco della vita e che ha l’obiettivo di migliorare le competenze specifiche di ciascun individuo e di far acquisire conoscenze e abilità trasversali volte anche alle qualifiche professionali. Il lifelong learning è senza dubbio una priorità in tutti i Paesi dell’Unione Europea e anche l’Italia sta mettendo in campo azioni specifiche per creare un sistema strutturato di formazione permanente.

L’ICT è un settore in continua evoluzione, in cui anche la formazione deve fare i conti con il progresso e la digitalizzazione – più che in altri contesti -. Le nuove professioni in ambito ICT non possono prescindere da concetti come cloud, smart city o Intelligenza Artificiale che hanno creato specializzazioni che in passato non esistevano.

Chi lavora in ambito ICT deve necessariamente rimanere al passo con l’evoluzione tecnologica e con cambiamenti sempre più rapidi. Così avviene sicuramente in Insiel, la società ICT in house che eroga servizi per la Regione Friuli Venezia Giulia, la Sanità e gli Enti Locali. I professionisti che lavorano per Insiel devono saper proporre, progettare, realizzare e gestire soluzioni informatiche innovative, servizi integrati, reti di telecomunicazione e servizi infrastrutturali efficienti, robusti e sicuri. Il tipo di formazione deve variare ovviamente a seconda del ruolo svolto in azienda: chi si occupa prettamente delle attività core non può non seguire periodicamente percorsi di aggiornamento tecnico ad alto livello. Allo stesso modo, le persone che fanno parte dello staff di supporto amministrativo, hanno la necessità di una formazione specialistica perché cambiano le normative e si evolvono gli strumenti applicativi di supporto.

Insiel è dunque un esempio di azienda che da sempre punta sulla formazione permanente, perché in una società ad alto contenuto tecnologico come questa, gli interventi di re-skilling e up-skilling sono necessari a far crescere ed evolvere le competenze professionali dei dipendenti e, di conseguenza, garantiscono l’erogazione di servizi sempre all’avanguardia.

La Direzione Human Resources & Organization Development di Insiel sottolinea quanto questo sia importante: «Ogni professione esercitata ha una propria progressione per cui ogni persona, dall’ingresso in azienda e per tutta la vita lavorativa, viene accompagnata nello sviluppo delle competenze richieste dal suo ruolo da piani di formazione individuali. I professionisti dell’area tecnica devono sviluppare un solido background culturale “condiviso” per intraprendere con efficacia i percorsi individuali di crescita in armonia con il proprio profilo professionale e con gli obiettivi di produzione. Per un’azienda ICT come Insiel però è importante che tutti i dipendenti, sia che lavorino nelle divisioni di business, che nell’area di supporto amministrativo, abbiano delle basi comuni di conoscenza digitale e per questo motivo la formazione digitale viene effettuata a tutti i livelli».

La formazione può prevedere lezioni in aula, e-learning, interventi di training on the job o di coaching: al solido approccio metodologico si accompagnano skill tecnico specialistiche (hard) da mantenere costantemente aggiornate rispetto alle evoluzioni tecnologiche del mercato e soft skill, che corrispondono a moduli formativi dedicati alla valorizzazione e alla crescita delle abilità relazionali e comunicative.

Nell’ambito della formazione permanente di Insiel, anche le certificazioni delle competenze professionali personali rivestono grande importanza, in quanto attestano e garantiscono l’alto grado di specializzazione individuale e la continuità di una specifica attività professionale. Dal 2015 a oggi, sono 254 le certificazioni personali conseguite in Insiel (ITIL, TOGAF, COBIT, SAS CISCO per citarne alcune). Le certificazioni tecniche, personali e nominative, sono un vero valore aggiunto per chi le ottiene perché attestano la raggiunta eccellenza riguardo la metodologia o la tecnologia specifica.

Le necessità formative delle diverse aree di business vengono definite non solo per l’immediato futuro, ma anche per il medio e lungo periodo: si tratta di una visione strategica che mira a costruire in tempo utile le competenze che saranno necessarie all’azienda anche fra qualche anno.

L’ICT in house della Regione Friuli Venezia Giulia propone e arricchisce ogni anno il proprio piano formativo con nuovi corsi, perché le tecnologie cambiano sempre più velocemente: per questo il calendario della formazione è in costante aggiornamento. Quest’anno, proprio per agevolare il più possibile i dipendenti nella fruizione dei corsi di formazione tecnica si punterà molto sulla formazione online, in modo che ciascun dipendente possa seguire i percorsi formativi scelti nei tempi e nei luoghi a ciascuno più congeniali.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5