Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Videointervista

Formazione aziendale, è ora di cambiare. «Prendete spunto da Netflix e Amazon»

I percorsi di training sono spesso considerati noiosi e inutili dai dipendenti. Ma per la digital transformation sono decisivi. La soluzione per gli HR manager è trarre ispirazione da prodotti e servizi del mondo digitale che hanno conquistato i consumatori e proporre contenuti formativi attraverso smartphone, social e communities, spiega in un video Marco Planzi, Associate Partner di P4I-Partners4Innovation

10 Gen 2018

La trasformazione digitale richiede un nuovo modello di business, supportato da nuove competenze. L’approccio all’introduzione di nuovi skill in azienda deve però essere strategico, ovvero partire dai livelli più alti dell’impresa fino a permeare l’intera organizzazione, coinvolgendo i dipendenti in percorsi formativi che siano attraenti: la trasformazione o lo sviluppo interno delle professionalità e dei modelli di lavoro non solo deve andare al punto fornendo le competenze necessarie ma deve aiutare il dipendente a sentirsi protagonista.

Marco Planzi, Associate Partner di P4I-Partners4Innovation, spiega in questo video come “ispirarsi” ai big del servizi consumer, da Amazon a Netflix ai social network, per individuare le modalità di ingaggio delle persone con strumenti e canali di formazione che alle aziende possono apparire nuovi ma che per gli utenti sono ormai familiari. “Traiamo ispirazione da prodotti e servizi del mondo digitale, spesso di taglio consumer, che riscuotono enorme successo. Netflix e Amazon forniscono molti spunti per programmi di formazione online”, afferma Planzi.

Dal social learning all’apprendimento sempre e ovunque grazie alle piattaforme mobili ecco come si arriva a quella che Planzi definisce la “Netflix experience”.

Articolo 1 di 5