Online Multitrack: 3 giorni di incontri entrare in contatto con i talenti dell’IT

Eventi

Codemotion organizza 3 giorni di incontri per le aziende che vogliono entrare in contatto con i talenti dell’IT

È caccia ai professionisti del digitale: dal 9 all’11 novembre si terrà la Conferenza Online Multitrack, un’occasione per incontrare 10.000 sviluppatori e potenziali candidati Tech, conoscerli e farsi conoscere e testare le loro competenze sul campo. Per attirarli nelle aziende, però, non basta offrire denaro

11 Ott 2021

Fiorenza Polverino

Dal 9 all’11 novembre si terrà la Conferenza Online Multitrack organizzata da Codemotion, un’occasione per le aziende di incontrare la più grande community in Europa di sviluppatori e professionisti dell’IT. Attraverso la partecipazione a speech, interviste, oppure organizzando dei veri e propri workshop di coding, le realtà che partecipano all’evento avranno modo di farsi conoscere, condividere la propria vision e i propri progetti, ed entrare in contatto con nuovi potenziali candidati, sempre più difficili da intercettare utilizzando i canali di recruiting tradizionali.

I professionisti IT sono sempre più richiesti (e meno facili da trovare)

La spinta verso la digital transformation si è fatta ancora più forte in seguito alla pandemia. E, per le aziende, la strada che conduce verso l’innovazione passa necessariamente dall’acquisizione di nuovi talenti del mondo IT, risorse che portano con sé non solo competenze, ma anche nuovi modi di pensare e di approcciarsi ai problemi. Raggiungere, interfacciarsi e selezionare questo tipo di figure può essere difficile, in particolare per quelle realtà che operano in settori più tradizionali e che solo negli ultimi tempi hanno iniziato ad investire nell’innovazione tecnologica.

La difficoltà nasce innanzitutto dal fatto che, nel settore tech, il gap tra domanda e offerta di lavoro è ancora molto alto. «Mentre sono sempre più le aziende che richiedono di assumere profili altamente specializzati, su 5,8 milioni di developer in Europa -tra le figure più richieste-, solo il 13% sta cercando lavoro» spiega Nelly Bonfiglio, CCO di Codemotion, che dal 2013 affianca le realtà che desiderano far crescere il proprio livello di attrattività per i professionisti del settore IT.

Diventare l’azienda in cui un talento tech desidera lavorare

Bisogna tenere presente che questi profili hanno delle caratteristiche specifiche: quando si tratta di selezionare l’employer, valutano non solo la RAL proposta (spesso ritenuto l’unico elemento su cui puntare per incrementare il valore dell’offerta), ma pongono particolare attenzione al tema della cultura aziendale e al tipo di progetti su cui andranno a lavorare. È per questo che difficilmente i developer considerano appealing aziende tradizionali e, quando sono alla ricerca di un’opportunità lavorativa, bussano a porte molto specifiche, che spesso sono quelle di realtà internazionali, come Google o Microsoft.

Come dovrebbe muoversi dunque un’azienda per diventare maggiormente attrattiva agli occhi di un talento tech? Individuare quali sono i benefit percepiti come realmente di valore (budget da dedicare a corsi o eventi di formazione scelti dallo sviluppatore, o all’acquisto di hardware…) è rilevante, ma ancora più importante è riuscire ad offrire un contesto e dei progetti stimolanti, la possibilità di utilizzare strumenti e tecnologie innovative, un buon team con cui collaborare, modalità di lavoro al passo coi tempi (Smart Working, lavoro da remoto…).

Farsi conoscere: dove intercettare i potenziali candidati?

Migliorare il proprio livello di appealing però non basta: è necessario farsi conoscere. Intercettare i profili giusti non è così semplice. Come abbiamo detto, la maggior parte dei professionisti IT non cerca attivamente lavoro. Sappiamo però che molti di loro sono comunque interessati a leggere nuove opportunità. I canali utilizzati per farlo non sono quelli più frequentemente usati dagli HR, come LinkedIn o altri portali generalisti. Una survey condotta da Codemotion nel 2020 mostra che le piattaforme specializzate per developer rappresentano la prima fonte di ricerca (60% degli intervistati), seguita dal classico passaparola (55%).

La partecipazione ad eventi come la Conferenza Multitrack Online organizzata da Codemotion diventa quindi un’importante occasione per stabilire un primo contatto diretto con questo pubblico. Tra i 10.000 iscritti all’evento ci sono sviluppatori con vari gradi di seniority, specializzati nell’utilizzo di diversi tipi di tecnologie e linguaggi. Le aziende partecipanti avranno a disposizione vari strumenti per ottenere visibilità e fare Employer Branding: non solo banner, loghi e branded page sul sito Codemotion, ma anche la possibilità di partecipare come protagonisti in interviste o speech. Questi momenti danno modo ad una persona “che parla la stessa lingua” del pubblico (il CTO, un tech leader o un altro esperto di tecnologia del team) di mostrare qualcosa della realtà in cui lavora, presentando un case study relativo ad una tecnologia specifica usata in azienda, parlando più in generale della cultura dev o di altri argomenti relativi alla propria attività ritenuti interessanti per gli spettatori.

Il processo di recruiting inizia qui

Per le aziende c’è inoltre la possibilità di diventare promotrici di coding challenge, sfide in cui i partecipanti possono dimostrare le loro capacità nello scrivere codice. Si tratta di un ottimo strumento per fare lead generation e per iniziare a valutare le competenze di potenziali candidati utilizzando un approccio più coinvolgente e “developer friendly” rispetto ad un primo colloquio tradizionale.

In ogni caso, per le realtà che puntano a diventare fortemente attrattive per i professionisti del mondo della tecnologia (e a comunicarlo efficacemente), la partecipazione ad un evento di questo tipo rappresenta soltanto uno step all’interno di un percorso di più ampio respiro. Codemotion è il partner che affianca queste aziende nella progettazione e nella messa in atto di una strategia per attrarre, valorizzare e trattenere i talenti. Tra le attività che consentono di raggiungere questi obiettivi, la definizione di un piano di comunicazione pensato per questo specifico target, la creazione di contenuti brandizzati redatti direttamente da sviluppatori e la loro pubblicazione sulla community (che conta oltre 180.000 professionisti), l’organizzazione di hackathon o coding challenge e la creazione di percorsi di formazione per supportare la crescita dei talenti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4