Success story

Sodexo, Lunchbox: pasti freschi per i dipendenti con un servizio take-away

L’azienda che opera nel settore della ristorazione collettiva ha introdotto gli Smart Locker refrigerati di Ricoh per offrire la possibilità di scegliere tra il ristorante aziendale e un servizio di ritiro pasti facile e immediato, e vivere al meglio la pausa pranzo

10 Dic 2019

Paola Capoferro

Lunchbox è il progetto di Sodexo che permette ai dipendenti, tramite un’App, di prenotare e ritirare pasti freschi presso Smart Locker refrigerati Ricoh.

L’azienda che opera nel settore della ristorazione collettiva, creata nel 1966 da Pierre Bellon e oggi presente in 67 Paesi in cui ogni giorno serve 100 milioni di consumatori, offre da sempre servizi che “migliorano la qualità della vita”. Sbarcata in Italia nel 1974, Sodexo offre servizi on-site di ristorazione, soft e hard facility management, servizi educativi e servizi di Benefits & Rewards, dedicati ad Aziende, Scuole e Università, Sanità e Senior, attraverso la presenza di 11mila collaboratori in 1300 punti di servizio.

Nuove possibilità per ambienti di lavoro sempre più flessibili

«Migliorare la qualità della vita è da sempre la missione di Sodexo – spiega Patrizia Salvatore, Rewards & HR-IS Med Region dell’azienda –. È per questo che siamo molto attenti al benessere dei dipendenti, i nostri e quelli dei nostri clienti. Introduciamo tecnologie e strumenti sempre nuovi in grado di impattare positivamente sul work-life balance, rispondendo allo stesso tempo alle esigenze di ambienti di lavoro sempre più flessibili».

Patrizia Salvatore

Rewards & HR-IS Med Region, Sodexo

Lunchbox è uno tra i progetti che vanno proprio in questa direzione: adesso i dipendenti hanno la possibilità di scegliere tra il ristorante aziendale e un servizio take-away facile e immediato, e vivere così al meglio la pausa pranzo.

Per approdare a questa innovazione, Sodexo ha analizzato i differenti fornitori presenti sul mercato prendendo in considerazione criteri tecnologici e capacità progettuali. Alla fine la scelta è ricaduta su Ricoh, apprezzata per la flessibilità dell’offerta, grazie alla possibilità di personalizzare la piattaforma software e di interfacciarla con l’app aziendale multiservizio MySodexo. Inoltre, sono state valutate positivamente la capillarità dell’assistenza tecnica e la replicabilità del servizio presso i clienti di Sodexo.

«Gli armadietti high-tech di Ricoh consentono di ottimizzare il sistema di gestione dell’ordine dei pasti, sempre garantendo proposte alimentari fresche e genuine, e di soddisfare i trend organizzativi che caratterizzano oggi le aziende», commenta Alexis Lerouge, Head of Marketing Corporate Med Region di Sodexo.

Alexis Lerouge

Head of Marketing Corporate Med Region di Sodexo

La tecnologia è al centro dell’innovazione

«Il filo conduttore del progetto è la tecnologia – precisa Patrizia Salvatore -. Abbiamo posizionato gli Smart Locker all’ingresso degli uffici in modo che tutti possano accedervi. Il funzionamento è molto semplice: tramite l’applicazione MySodexo, alla quale gli utenti possono collegarsi da smartphone o da pc, il dipendente seleziona e prenota il pasto, che arriverà negli scomparti dello Smart Locker in tempo utile per la pausa pranzo, conservato in tutta sicurezza, in perfette condizioni igieniche e nel rispetto della catena del freddo. Per aprire lo scomparto contenente il proprio pasto, è sufficiente scansionare sul display dello Smart Locker il codice QR ricevuto alla conferma dell’ordine».

Uno sguardo al futuro

Alexis Lerouge aggiunge: «Si tratta di un servizio molto efficace, che ci consente di rivolgere un’attenzione sempre maggiore al work-life balance e a tematiche come well-being e time saving, aspetti fondamentali sia per noi che per i nostri clienti. Anche in futuro continueremo a orientare le nostre proposte in questa direzione sviluppando soluzioni innovative grazie alla collaborazione con partner strategici come Ricoh».

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4