Modern workspace, la Microsoft transformation di Durante

Sponsored Story

Modern workspace, la Microsoft transformation di Durante che fa bene al business (e alle persone)

Permettere a ogni persona di massimizzare le proprie attitudini e il proprio potenziale lavorativo all’interno dell’hybrid workplace, senza il rischio di rimanere imbrigliata in vincoli tecnologici, muovendosi in agilità e in sicurezza: Dino Besozzi, Microsoft innovation manager di Durante, ci racconta in che modo il suo team aiuta le aziende a sfruttare la tecnologia per migliorare la collaborazione e la produttività

23 Nov 2021

Oggi le aziende devono essere agili e riuscire a prendere decisioni efficaci, rapidamente e in sicurezza: questo non può prescindere da una eccellente collaborazione tra le persone. Una sfida che, nell’era del lavoro ibrido, può essere vinta grazie al cloud e alla cosiddetta Microsoft transformation. A raccontarci le opportunità di questo scenario è Dino Besozzi, Microsoft innovation manager e responsabile della Microsoft Digital Transformation Unit di Durante, system integrator storico nel panorama italiano: «La collaborazione all’interno delle aziende – spiega Besozzi – è da sempre nel nostro DNA: a partire dal 1960, anno della nostra fondazione, fino alla creazione della nuova divisione interna di cui sono a capo, avvenuta a seguito dell’acquisizione di un’eccellenza nel campo delle tecnologie di collaboration come Pulsar IT. Oggi il nostro obiettivo è permettere a tutti di lavorare efficacemente all’interno dell’hybrid workplace. I pillar principali da cui partiamo sono quattro: le persone da mettere in comunicazione, i dati che queste persone devono utilizzare, gli spazi di lavoro e gli strumenti tecnologici da rimodulare in base alle nuove esigenze, il tutto all’interno di un cerchio di sicurezza. A questi quattro ambiti corrispondono le nostre certificazioni Microsoft Partner Gold per quanto riguarda collaboration, productivity, communication e, a breve, security».

Dino Besozzi

Dino Besozzi, Microsoft innovation manager di Durante

Cosa significa implementare la Microsoft transformation, per le persone e per il business?

«Scegliere Microsoft oggi significa puntare sul più completo ecosistema di business application supportato dalla più evoluta e integrata infrastruttura di cloud, con la migliore user experience. Gli strumenti Microsoft 365 e Azure consentono di modellare la collaborazione e offrire alle persone tutte le condizioni per una cultura del lavoro intelligente – e non semplicemente remoto – che permetta loro di non perdere la qualità dell’interazione genuinamente umana. Solo così, infatti, è possibile sostenere l’intuizione e l’ispirazione di ogni risorsa: offrendo un ambiente ibrido il più possibile naturale e soddisfacente, che restituisca la stessa spontaneità che si poteva sperimentare chiacchierando davanti macchinetta del caffè, in pausa pranzo o durante una riunione di persona. Secondo noi, infatti, proprio questi preziosi momenti di condivisione, rappresentano una parte fondamentale della vita aziendale che contribuisce allo sviluppo e all’innovazione del business».

Quali prospettive offre il binomio Microsoft-Durante alle organizzazioni di oggi?

«Siamo di fronte a una nuova cultura, da sostenere con nuovi modelli e nuovi strumenti, dentro e fuori l’ufficio. Un’evoluzione che è stata, certamente, accelerata dagli eventi legati alla pandemia ma che era comunque destinata a imporsi. Il fatto è che, oggi, nelle aziende convivono più generazioni di persone ma anche di strumenti tecnologici; i neolaureati, per esempio, hanno ormai alte aspettative in merito alla fruizione dei dispositivi digitali. E l’azienda, se non vuole lasciarsi scappare nuovi talenti rinunciando alla linfa vitale di un business proiettato nel futuro, deve essere in grado di soddisfare questo tipo di interlocutori con un ecosistema operativo e culturale adeguato. Il punto è ottenere di più dalle persone, dando di più alle persone. Pensiamo anche alle opportunità che derivano dalla revisione degli spazi aziendali in chiave digitale, che Durante riesce a realizzare attraverso soluzioni tecnologiche basate sul cloud Microsoft. Ottimizzare gli spazi può voler dire sia fare efficienza economica sia far crescere il welfare aziendale: ridurre il numero di sale riunioni, per esempio, permette di fare posto ad asili nido, palestre o qualsivoglia iniziativa a favore del benessere dei dipendenti. Ecco che investire in tecnologia, in questo senso, permette di dare il via a un effetto domino virtuoso che libera tutta la potenzialità dell’organizzazione. Ed è quello che ci differenza, perché i nostri servizi tecnologici, in una visione più ampia, permettono proprio di cogliere anche queste opportunità».

In che modo accompagnate le aziende in questo percorso?

«Durante propone una serie di servizi articolati in un framework che prevede, in prima battuta, una scrupolosa analisi delle esigenze del cliente incentrata sull’esperienza utente che si vuole offrire; valutiamo dunque il punto di partenza per poi definire con precisione quello di arrivo. Fatto questo, ha inizio la fase di execution: le esigenze aziendali si traducono in setup degli strumenti della piattaforma Microsoft 365 e di design delle sale riunioni. La nostra offerta è modulare e risponde in maniera agile e sostenibile a qualsiasi esigenza, permettendo alle aziende di raggiungere i loro obiettivi, con i loro tempi. Il tutto, con un’attenzione particolare alla protezione delle identità, aspetto cruciale per difendere l’elemento oggi maggiormente sotto attacco, ovvero la proprietà intellettuale delle organizzazioni. Una volta accompagnato il cliente in questo percorso di implementazione, il nostro supporto si sviluppa in un continuo service improvement: garantiamo l’esercizio delle soluzioni installate e le manteniamo costantemente aggiornate grazie alle nuove funzionalità che il cloud rilascia mese dopo mese. Proponiamo inoltre un servizio di consulenza pianificata: ogni mese, il cliente ha a disposizione delle giornate dedicate, nelle quali approfondire temi specifici o discutere con noi in merito all’adozione di nuove soluzioni».

Qual è il valore aggiunto della consulenza Durante?

«L’intero percorso di Microsoft Transformation è sostenuto da figure altamente professionali certificate, alle quali il cliente può attingere in base alle necessità: il team di architetti, tutti con oltre dieci anni di esperienza, i senior consultant con esperienza decennale e i project manager. La storia di Durante e la storia di Pulsar IT, messe insieme, ci rendono uno dei principali attori nel panorama dell’integrazione voce all’interno di Teams e di tutte le tematiche legate all’entreprise voice: questo è uno dei motivi per cui Microsoft ci ha confermato nella lista dei partner gestiti, dopo aver ridotto il numero da cento a quarantotto in tre anni. In questo scenario, il nostro valore aggiunto è rappresentato dalla capacità di conciliare le competenze delle grandi società di consulenza, l’approccio smart delle software house e la concreta efficacia di un system integrator con sessant’anni di storia alle spalle».

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4