Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Sanità

L’Asp di Ragusa introduce il CDS e racconta i benefici: medici e pazienti più sereni, cure più efficienti

Per permettere ai medici di vagliare facilmente tutte le evidenze cliniche e tenere il passo con le nuove informazioni prodotte incessantemente dalla letteratura medico-scientifica, i dirigenti dell’Asp ragusana da un anno utilizzano il CDS, avvalendosi di un supporto alle decisioni cliniche basate su evidenze che ha potenziato la qualità delle prestazioni offerte

07 Mar 2016

Redazione

L’azienda sanitaria provinciale di Ragusa comprende due aree operative in cui lavorano oltre 3800 dipendenti: una di attività ospedaliera con oltre 300 posti letto e una di attività territoriale che offre servizi a un bacino di circa 370mila abitanti. Realtà complessa e distribuita, l’ASP conta sei presidi ospedalieri che, a tutti gli effetti, dal punto di vista gestionale fanno dell’azienda un vero e proprio campus esteso.

Avendo un bacino di azione così ampio, gli operatori si trovano spesso a dover diversificare le modalità di intervento a seconda dei punto di assistenza. Per mantenere eccellenti standard qualitativi nelle cure offerte ai pazienti, l’ASP di Ragusa ha deciso di potenziare il supporto al personale introducendo una soluzione di Clinical Decision Support (CDS).

“L’aggiornamento scientifico – racconta Maurizio Aricò, Direttore Generale della ASP Ragusa – rappresenta una base essenziale per la pratica medica. Ritengo che la disponibilità di uno strumento di aggiornamento e consultazione rapida e tempestiva per la cura dei pazienti debba essere una priorità assoluta”.

L’azienda ha quindi deciso di vagliare diverse soluzioni di supporto alle decisioni cliniche basate su evidenze, per poi scegliere di affidarsi a UpToDate, risorsa CDS fornita da Wolters Kluwer. UpToDate, infatti, è una soluzione progettata per fornire sul punto di assistenza le migliori pratiche mediche e la conoscenza basata sulle evidenze.

Un supporto decisivo nella gestione delle situazioni mediche più difficili

Il CDS è stato introdotto un anno fa e oggi viene usato regolarmente in azienda: a detta del management, gli accessi si sono moltiplicati di mese in mese e si stanno progressivamente espandendo in diverse aree di attività.

Gli operatori dell’azienda ragusana confermano che l’utilizzo della soluzione Cds ha rappresentato un decisivo supporto nella definizione delle situazioni mediche più difficili o incerte: lo strumento ha quindi permesso loro, da un lato, di rassicurare immediatamente il paziente e, dall’altro, di iniziare subito il miglior percorso diagnostico e terapeutico.

“UpToDate – conclude Aricò – permette al medico di essere più sereno nelle sue scelte e quindi meno vulnerabile. Questa risorsa ha fatto sì che la nostra azienda aumentasse il livello qualitativo delle prestazioni, il benessere soggettivo degli operatori e quello percepito dai pazienti, i quali in alcune situazioni si sentono trattati con più sicurezza e serenità. Non solo: il sistema ha certamente anche un ritorno economico e gestionale complessivo favorevole per l’azienda”.

Articolo 1 di 5