Digix, guidare la trasformazione digitale con il full smart working

Video Intervista

Guidare la trasformazione digitale nel full Smart Working

Nonostante l’accelerazione del lavoro da remoto nel 2020, non sono molte le aziende che in Italia hanno potuto fare il salto verso il Full Smart Working. Bisogna che le aziende abbiano acquisito una cultura organizzativa adeguata. Ne parliamo con Matteo Marino e Andrea Toponi, co-founder di Digix, azienda hi tech che conta 70 collaboratori, tutti in full smart working

12 Gen 2021

Redazione

Sappiamo che in questo anno particolare il lavoro da remoto ha avuto un’accelerazione senza precedenti, ma non sono molte le aziende che in Italia hanno potuto fare il salto verso il Full Smart Working, ovvero permettere a tutte le persone di lavorare completamente da remoto. Chiaramente solo certi lavori possono essere svolti a distanza, e questa è una prima discriminante, ma non è l’unica. Occorre anche che le aziende abbiamo acquisito una cultura organizzativa adeguata, e che vi sia una propensione all’innovazione e all’uso avanzato di strumenti digitali.

Ne parliamo in questo video con Matteo Marino e Andrea Toponi, co-founder di Digix, azienda hi tech che conta 70 collaboratori, tutti in full smart working.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4