I valori aziendali cambiano, più spazio al senso di responsabilità aziendale

etica e business

Come stanno cambiando i valori aziendali: con la pandemia più spazio al senso di comunità

La scala dei valori aziendali sta cambiando di pari passo con il nuovo volto che business e aziende stanno assumendo, anche alla luce dell’esperienza maturata durante l’ultimo anno e mezzo. In generale oggi c’è più attenzione alle persone, inoltre in Italia sviluppo sostenibile e innovazione sono saldamente ai primi posti. I risultati dello studio “Values most valued”

04 Ago 2021

Redazione

I tempi cambiano, e con essi anche i valori aziendali. L’esperienza dirompente della pandemia ha spinto molti a riflettere. Improvvisamente ci si è resi così conto di non essere forse perfettamente focalizzati su ciò che in realtà debba avere priorità per dare un senso al nostro essere. Succede così che ciò che sino a ieri veniva reputato di secondaria importanza balza adesso al primo posto guidando le nostre scelte e il modo di rapportarci con ciò che ci circonda. Ovviamente queste riflessioni hanno investito anche il luogo di lavoro e quello che ora ci si aspetta di trovare al suo interno. A fare il punto sulla questione arriva “Values most valued” (Valori a cui viene dato più valore), il report sui valori aziendali globali pubblicato dal network di consulenza di comunicazione strategica /amo.

Con l’obiettivo di realizzare un’analisi più accurata possibile, /amo ha chiesto ai suoi consulenti di studiare i report annuali (relativi a quest’anno e al precedente) e i siti web di 525 società quotate in 22 mercati. I valori citati nel report sono risultati essere nel complesso quasi 2.300, in media 4,3 per azienda; al fine di ottenere risultati ancor più significativi, questi elementi sono stati successivamente suddivisi e classificati in categorie più contenute.

Più attenzione alle persone e alle comunità

Rispetto allo scorso anno, nel quale al primo posto tra le macro categorie di valori aziendali si collocava “Etica e integrità”, a prevalere è ora il senso di comunità, riscoprendo nel benessere degli altri sul posto di lavoro anche il nostro di benessere. Nel complesso, riferisce lo studio, le aziende stanno mettendo più enfasi sulla loro responsabilità verso i membri della società, mostrando una crescente determinazione oggi rispetto a prima pandemia nel’avere cura e attenzione verso le persone in generale (oltre che verso specifico gruppi di stakeholder come come dipendenti, clienti o azionisti). Quasi la metà di tutte le aziende recensite (47,4%), infatti, cita almeno un valore associato alla preoccupazione verso le persone e la comunità, un aumento dell’11% rispetto al precedente anno.

WHITEPAPER
Formazione digitale: come concili qualità e flessibilità?
Digital Transformation
Risorse Umane/Organizzazione

La Top 5 dei valori aziendali: in Italia vince lo sviluppo sostenibile

Integrità, innovazione, rispetto, responsabilità e sostenibilità, sono questi i primi cinque valori aziendali emersi dallo studio. L’integrità è dunque ancora, come lo scorso anno, il valore aziendale più popolare confermando come in tempi di incertezza onestà e rettitudine rappresentino un faro da seguire anche all’interno dell’ambito lavorativo.

Facendo poi un focus sull’Italia si evidenzia come nel nostro Paese i valori aziendali più importati nel post pandemia sono, dal primo al quinto: sviluppo sostenibile, innovazione, cura delle persone, trasparenza, diversità e inclusione.

“Ci lasciamo alle spalle un anno assai turbolento, che è stato colpito dalla prima pandemia globale dopo più di un secolo e che ha richiesto delle qualità di leadership aziendale molto diverse. Il report di /amo sull’evoluzione dei valori aziendali può essere interpretato come una fonte di ottimismo per il futuro. I valori sono l’indicazione più chiara del modo in cui le aziende desiderano essere percepite dai loro stakeholders. Tutte le aziende prese in esame hanno espresso i loro valori attraverso il report annuale  ̶  il loro strumento di comunicazione aziendale  ̶  e stanno dimostrando non solo il desiderio di rendere note le proprie aspirazioni, ma anche la volontà di essere giudicate in base agli alti standard di cui si fanno portatrici”, afferma Angus Maitland, presidente di /amo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

E
etica
S
sostenibilità
V
valori aziendali

Articolo 1 di 4