Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Case study

Risorse umane, il viaggio di Salvagnini per valorizzare le competenze e le persone

L’azienda che opera nella meccanica strumentale ha avviato il “percorso della consapevolezza” con l’obiettivo di sviluppare il capitale umano e perfezionare l’organizzazione interna. Perché non si vive di soli prodotti

11 Lug 2013

Salvagnini opera nel settore della meccanica strumentale, progettando, realizzando, vendendo e vendendo macchine e sistemi flessibili per la lavorazione della lamiera. La società esporta circa il 91% della produzione e nel mondo conta circa 1.400 dipendenti di cui 700 in Italia. Nel 2012 ha realizzato un fatturato pari a circa 260 milioni di euro.

L’azienda, fino al 2010, non possedeva un sistema integrato di gestione e sviluppo delle risorse umane. Si presentava infatti come un’organizzazione “product oriented”, senza una particolare attenzione allo sviluppo organizzativo. Inizia tuttavia a diffondersi la consapevolezza che il vantaggio competitivo si ottiene non solo attraverso il prodotto, ma anche attraverso l’organizzazione e la valorizzazione del capitale umano.


Il “percorso della consapevolezza”
Viene così avviato il “percorso della consapevolezza”: un percorso formativo che mirava a rendere evidente la necessità di cambiamento e che è partito dall’analisi della struttura dell’azienda che ha considerato temi quali la consapevolezza del ruolo, la valutazione delle performance, la visione sistemica dei processi aziendali e la rilevanza del knowledge transfer.

Grazie a questo percorso è stato possibile ottenere un forte commitment da parte del management consentendo il superamento di una cultura conservativa molto radicata.

In una prima fase Salvagnini si è concentrata sulla parte di sviluppo organizzativo attraverso attività di mappatura delle competenze e definizione dei ruoli (è stata costruita la matrice delle competenze con una mappatura precisa e costantemente aggiornata dei ruoli all’interno dell’organizzazione), valutazione delle performance, formazione, formalizzazione della struttura organizzativa e creazione degli organigrammi aziendali.

L’analisi ha abilitato, grazie al supporto di ADP, l’introduzione di un sistema gestionale implementato a livello globale in tutte le realtà del gruppo. La piattaforma è stata sviluppata in due lingue, inglese e italiano, i cui contenuti locali sono trattati in lingua originale. I dipendenti vi accedono attraverso la intranet aziendale attraverso VPN single sign-on.


Governance a livello locale
L’azienda ha deciso tuttavia di mantenere una governance a livello locale per quanto riguarda i processi di amministrazione e budget del personale per mantenere le specificità dei singoli paesi in cui il gruppo è presente, ma garantendo una perfetta integrazione con il resto dei sistemi. Ogni responsabile può oggi accedere al sistema e scaricare differenti tipologie di report a seconda delle informazioni cercate e che possono riferirsi alla realtà locale o globale di Salvagnini.


Una piattaforma di e-learning per corsi tecnici e comportamentali
Nel corso del 2012 è stata introdotta una piattaforma di e-learning che consente la gestione dei corsi di carattere tecnico, ma anche comportamentali, e su cui oggi il gruppo sta lavorando per migliorare ulteriormente il look & feel e l’usabilità da parte dell’utente.

I vantaggi ottenuti sono stati notevoli: un sistema unico e integrato che ha consentito di aumentare efficienza ed efficacia in tutti i processi di gestione e sviluppo delle risorse umane. I dati sono oggi tracciabili e trasparenti a tutte le realtà locali del gruppo che “parlano” la stessa lingua in modo uniforme e omogeneo.

Dal punto di vista dello staff, all’interno della Direzione Risorse Umane in Italia sono presenti solo 2 FTE (Full Time Equivalente) che si occupano del payroll e del budget di circa 700 dipendenti.


Gli sviluppi della piattaforma
Nel prossimo futuro verranno implementate funzionalità relative alla selezione del personale, che si appoggeranno sul sito web di Salvagnini e su LinkedIn, con la quale Salvagnini ha una partnership, e il modulo del salary review, la collection e la gestione del processo di rewarding fatta annualmente.

Il processo di valutazione delle performance è in fase di rilascio a livello mondo e consentirà di ottenere una mappatura completa delle persone e di attivare piani di sviluppo ad hoc per colmare gli eventuali gap formativi.


Un caso di successo premiato all’HR Innovation Award
Il caso di Salvagnini ha ricevuto il premio HR Innovation Award, nella categoria “HR Transformation”.

Gli “HR Innovation Award” nascono nell’ambito dell’Osservatorio HR Innovation Practice con l’obiettivo di creare occasioni di conoscenza e condivisione dei progetti che maggiormente si sono distinti per la capacità di utilizzare le tecnologie digitali come leva di innovazione e miglioramento dei principali processi di gestione e sviluppo delle Risorse Umane.

Articolo 1 di 4