Success Story

Pirelli: “Potenziare la formazione a distanza ci ha permesso di stare vicini alle persone”

Tra marzo e aprile la funzione HR di Pirelli ha definito un nuovo piano di Formazione che ha visto intensificarsi la produzione di materiale formativo digitale, il lancio di corsi legati alle competenze manageriali chiave per l’azienda e la predisposizione di aule virtuali e webinar su argomenti specifici, organizzati da training managers. A raccontarlo Luca Urban, Global Head of Enterprise Solutions and Core Platforms di Pirelli

05 Giu 2020

Paola Capoferro

Da diversi anni Pirelli ha deciso di puntare sulla formazione, facendone uno dei pilastri della sua strategia. Secondo la vision della nota multinazionale italiana, che opera nel settore automobilistico come produttore di pneumatici per automobili, moto e biciclette, creare e offrire un processo di crescita permanente delle sue persone è, infatti, fondamentale per il successo e la competitività dell’azienda. Il percorso già intrapreso ha avuto risvolti positivi anche durante il periodo di lockdown da Coronavirus e la successiva fase 2 che stiamo vivendo: non solo i percorsi formativi non si sono interrotti, ma sono stati anche potenziati, rendendoli fruibili anche da remoto.

A raccontarci cosa è accaduto in questi mesi e qual è stata la strategia di Pirelli è Luca Urban, Global Head of Enterprise Solutions and Core Platforms.

Luca Urban

Global Head of Enterprise Solutions and Core Platforms, Pirelli

La formazione da remoto è uno degli asset con cui le organizzazioni sono riuscite a supportare la forza lavoro in questo delicato periodo. Che cosa è successo in Pirelli?

Quando in Pirelli abbiamo compreso la portata di quello che stava accadendo abbiamo deciso di potenziare la formazione a distanza per stare vicini alle nostre persone e rafforzare lo spirito di gruppo. Per fortuna partivamo da una base già consolidata: da alcuni anni ormai, Pirelli, gestisce un “Learning Management System” (LMS), basato su piattaforma Sap SuccessFactors, che fornisce a tutti i dipendenti la possibilità di fruire di corsi, contenuti e materiale digitale presenti sulla piattaforma secondo percorsi personalizzati in base alle necessità e alle curiosità formative in modo da soddisfare sia chi vuole seguire un corso istituzionale o obbligatorio sia chi è interessato ad approfondire argomenti specifici di interesse professionale. Questa organizzazione della “User experience”, in un periodo come questo, ha consentito a Pirelli di mettere a disposizione, anche e soprattutto durante il lockdown, contenuti formativi anche da remoto.

Ci racconta in dettaglio le iniziative messe in campo in questo periodo?

Nel corso dei mesi di marzo e aprile 2020, la funzione HR di Pirelli ha predisposto un piano di Formazione basato su due direttrici principali: l’intensificazione della produzione di materiale formativo digitale – con conseguente lancio di nuovi corsi legati sia alle competenze manageriali chiave per l’azienda, sia alle Professional Academies interne – e la predisposizione di aule virtuali e webinar su argomenti specifici organizzati dai training managers con particolare focus negli ambiti Commerciali, Manufacturing, e Supply Chain. Il piano delle attività è stato portato avanti su stimolo del Top Mangement in accordo con le richieste e le esigenze espresse dall’intera azienda. Alla declinazione dell’iniziativa hanno partecipato, ognuno secondo le specifiche competenze, tutte le Funzioni aziendali.

Che ruolo ha avuto la tecnologia?

WEBINAR
Strategie, strumenti e tecnologie per abilitare uno Smart Working efficace
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

La tecnologia ha avuto ruolo fondamentale, è stata un abilitatore. Bisogna considerare che già da tempo Pirelli è al lavoro per creare una piattaforma tecnologica di Learning flessibile, efficiente e integrata sia con tool esterni che interni. Penso, ad esempio, alle diverse attività che si basano sulla Piattaforma LMS integrata con il fornitore esterno “Open Sesame” che produce contenuti per corsi e materiale Digitale che viene fruito direttamente sulla piattaforma LMS Pirelli.

Nello specifico la nostra Piattaforma di Learning è stata costruita mettendo a fattor comune diverse tecnologie: la soluzione SAP SuccessFactors LMS e la piattaforma SAP JAM per la gestione del social learning. A queste due piattaforme sono state aggiunte estensioni possibili con la tecnologia SAP Cloud Platform che ha permesso di completare la user experience Pirelli.

L’iniziativa ha interessato tutta la popolazione aziendale? Di quanti dipendenti parliamo?

L’iniziativa è rivolta a tutta la popolazione aziendale worldwide, composta da circa 30mila persone. Il progetto è partito coinvolgendo in prima battuta i white collar, dotati di device aziendali e operativi in modalità Smart Working. Successivamente saranno coinvolti anche i blu collar con piattaforme e programmi fruibili dai loro device personale, ma in completa sicurezza informatica.

Avete già evidenza di come sta andando il progetto e di come l’iniziativa sia stata accolta dai dipendenti?

Pur essendo ancora presto per un’analisi dettagliata, abbiamo già potuto appurare che l’iniziativa è stata ben accolta dai colleghi, in quanto fornisce sia un’utile estensione di un, pur già valido, strumento formativo, sia un forte supporto allo spirito di gruppo e all’appartenenza aziendale, elemento molto importante in un momento di distanza forzata.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

E
elearning
F
formazione

Articolo 1 di 4