HR Data Driven

HR Business Intelligence: prendere decisioni migliori nel minor tempo possibile con i dati alla mano

Per svolgere al meglio la sua funzione la Direzione delle Risorse Umane ha bisogno di basare le sue decisioni sulle numerose informazioni che provengono dai sistemi informatici aziendali, collegati direttamente o indirettamente alla popolazione aziendale e alla sua gestione. Alcuni esempi di applicazioni di HR Business Intelligence

02 Set 2020

Francesco Eandi

Responsabile sviluppo software, Sistemi

La Direzione HR ha a sua disposizione oggi un patrimonio informativo enorme, al pari delle altre funzioni aziendali. Per le organizzazioni riuscire a gestirlo e tradurlo in opportunità per il business ha una valenza strategica, ecco perché sempre più le aziende si affidano all’HR Business Intelligence.

Che cosa si intende per Business Intelligence

Quando si parla di Business Intelligence si sovrappongono tre diversi concetti:

  1. Un insieme di processi aziendali per raccogliere dati e analizzare informazioni strategiche. Ogni sistema di Business Intelligence ha un obiettivo preciso che deriva dalla visione aziendale e dagli obiettivi della gestione strategica di un’azienda.
  2. La tecnologia utilizzata per realizzare questi processi. Nella letteratura, la Business Intelligence è definita come il processo di “trasformazione di dati e informazioni in conoscenza“. Il software utilizzato ha l’obiettivo di permettere alle persone di prendere decisioni strategiche fornendo informazioni precise, aggiornate e significative nel contesto di riferimento.
  3. le informazioni ottenute come risultato di questi processi.

Una volta data la definizione di BI, cerchiamo di capire in che modo può supportare la funzione Direzione Risorse Umane.

A cosa serve l’HR Business Intelligence

I dati presenti in azienda spesso sono gestiti in sistemi diversi e non comunicanti. In pratica, se i dati sull’assenteismo non sono incrociati con quelli dello straordinario o dei risultati raggiunti, non saremo in grado di premiare un dipendente che fa molte assenze (magari perché presta assistenza ad un figlio molto malato) ma che nel contempo raggiunge tutti gli obiettivi definiti dedicando al lavoro tutto il proprio tempo disponibile. Oppure se il sistema per la gestione dei curricula non è integrato con la gestione delle prestazioni non potremmo mai sapere quali assunzioni sono state più performanti.

La Direzione delle Risorse Umane ha bisogno di numerose informazioni provenienti dai sistemi informatici aziendali, collegati direttamente o indirettamente alla popolazione aziendale e alla sua gestione per poter prendere le decisioni migliori nel minor tempo possibile e, inevitabilmente, questi dati, si devono raccordare in un unico punto per consentire la loro trasformazione in informazioni.

Vediamo nel seguito qualche esempio di applicazione di HR Business Intelligence:

  • Business Intelligence per la selezione del personale: la BI può analizzare posizioni simili e identificare competenze e caratteristiche chiave per il ruolo ricercato;
  • Business Intelligence per misurare le prestazioni: la BI supporta l’azienda nell’analisi delle prestazioni e nel valutare, ad esempio, come si è adattato al ruolo attribuito un neo assunto o per concentrarsi su altri indicatori chiave, come il confronto delle metriche con posizioni simili o tassi di crescita della carriera;
  • Business Intelligence per interpretare: visualizzare i dati e comprenderli, per la Direzione Risorse Umane, può semplificare una serie di processi e ottimizzare le esigenze dei componenti del team, ad esempio: scoprire bassi tassi di produttività, indicare la necessità di assumere più personale, identificare le esigenze di formazione, ecc;
  • Business Intelligence e cultura aziendale: in molte aziende, la Direzione HR è reattiva, ma poco attiva, ovvero tralascia la prevenzione dei problemi dedicandosi ad attività legate alle contingenze. La BI può guidare un’evoluzione culturale utilizzando i dati per individuare le esigenze delle risorse aziendali e trovare soluzioni, prima ancora che i problemi si manifestino.

Le barriere da abbattere per la diffusione dell’HR BI

WHITEPAPER
Ricerca IDC: come aggregare i dati per un'analisi ottimale
Big Data
Business Analytics

Se è indubbia l’utilità della BI applicata alle Risorse Umane, perché non risulta utilizzata da molte aziende?

Sicuramente ci sono differenti chiavi di lettura, tuttavia una prima risposta risiede nella tipologia dei dati oggetto di rilevazione: dati personali, riservati ai quali è spesso difficoltoso ottenere l’accesso.

Le soluzioni di Business Intelligence riconoscono e aiutano a superare questo problema mediante l’impostazione di diversi livelli di sicurezza.

Un altro elemento ostativo è stato per un lungo periodo la necessità di formazione specifica sull’utilizzo della BI e la mancanza di soluzioni software ‘pronte all’uso’. Proprio per ovviare a questo problema, come Sistemi, rendiamo disponibile un modello di analisi BI pronto per essere utilizzato anche senza una formazione specifica sull’utilizzo dello strumento completamente integrato con le nostre soluzioni per la gestione e l’amministrazione del personale.

In conclusione, la BI sta diventando indispensabile per una corretta gestione aziendale e per migliorare i risultati nell’intera organizzazione, non resta che iniziare ad utilizzarla!

@RIPRODUZIONE RISERVATA
HR Business Intelligence: prendere decisioni migliori nel minor tempo possibile con i dati alla mano

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 3