Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Workspace

Copernico Torino, l’innovativo workplace pensato per i lavoratori 3.0

Apre nel capoluogo piemontese il nuovo hub della piattaforma Copernico. I tre piani della sede di L’Oréal ospitano Uffici, coworking, club, sale meeting e spazi eventi per un totale di 12 mila metri quadri. Obiettivo: creare nuovi confini per chi lavora smart

27 Gen 2017

Redazione

Un workplace innovativo di 12.000 metri quadri in cui convivono aziende internazionali, PMI, startup, professionisti e freelance. Apre a Torino la nuova sede di Copernico, la piattaforma dedicata allo smart working, in una struttura storica, la sede di L’Oréal in Corso Valdocco a due passi dalla stazione di Porta Susa.
I tre piani della sede torinese ospitano uffici arredati, coworking, sale meeting, spazi eventi, oltre all’area più social composta dal club e dal café. Gli ambienti di lavoro sono stati disegnati per rispondere alle esigenze dei worksumer, i lavoratori 3.0 sempre più dinamici e alla ricerca di ambienti di lavoro, informali e flessibili, che favoriscono la produttività e il bilanciamento tra vita privata e professionale.

Pietro Martani, Amministratore Delegato di Copernico Holding«Copernico rappresenta un modo innovativo di concepire il mondo del lavoro, pensato per rispondere alle esigenze di un mercato e di un lavoratore in evoluzione, sempre più flessibile e sempre più in cerca di connessioni e di conoscenza», sottolinea Pietro Martani, Amministratore Delegato di Copernico Holding. «La nostra piattaforma si compone di tre dimensioni fondamentali per la creazione di un ecosistema fertile in cui far crescere imprese e persone: quella spaziale, quella relazionale e quella culturale. Copernico rende fisiche le necessità di condividere non solo gli spazi e le risorse, ma soprattutto le esperienze all’interno di un sistema dinamico dove si sviluppano nuove idee che possono poi realizzarsi concretamente».

Proprio con la volontà di replicare e continuare a sviluppare spazi innovativi dedicati allo smart working è stata aperta la nuova sede nel capoluogo sabaudo, che si connota come una città in fermento – è stata eletta seconda in Europa per capacità di innovare dalla Commissione Europea – e un punto di riferimento per imprese, università, centri di ricerca e istituzioni culturali. Inoltre, Torino sta promuovendo un modello di smart city legato a politiche e processi integrati per promuovere una serie di iniziative di open innovation, pubbliche e private.

Copernico Torino nasce dopo il successo di Copernico Milano Centrale e Blend Tower, entrambi nel capoluogo lombardo, Science14 a Brussels e Clubhouse Brera, un membership club che ha sede a Milano all’interno dell’ex Teatro delle Erbe. L’operazione punta a contribuire, sulla scia di Copernico Milano Centrale, alla ridefinizione delle aree metropolitane: «La piattaforma Copernico vuole essere connessa al tessuto urbano e aprirsi alla città – conclude Martani -. Copernico Torino diventerà un crocevia tra la vivace e trafficata Corso Valdocco e Via Garibaldi, pedonale e più appartata, e rappresenterà la doppia anima torinese, rivolta al futuro e all’innovazione e allo stesso tempo elegante e misurata. Il cafè nel social floor al piano terra sarà la connessione con l’esterno e il luogo ideale per fare networking e sviluppare nuove idee e progetti per la città».

Articolo 1 di 5