Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Digital skills

Competenze digitali, arriva l'accordo tra Modis e Oracle per offrire formazione

La collaborazione tra la divisione del gruppo Adecco specializzata nel recruiting in ambito ICT e Oracle University, la divisione della multinazionale che si occupa di offerta formativa, nasce per favorire l’inserimento di disoccupati e inoccupati nel mondo del lavoro, con training specifici su competenze tecnologiche Oracle

22 Apr 2016

Redazione

Formare figure professionali con specifiche competenze su tecnologie Oracle. È questo lo spirito con cui nasce la collaborazione tra Modis Italia, la divisione del gruppo Adecco specializzata nel recruiting in ambito ICT, e Oracle University, la divisione italiana di Oracle Italia che si occupa di formazione.

L’accordo rientra nel Workforce Development Program di Oracle che punta a favorire l’inserimento, o il rientro, dei disoccupati o degli inoccupati, nonché a diffondere skill tecniche e digitali su tecnologie cardine come Java e il Database 12c, i sistemi ingegnerizzati e tutto ciò che riguarda i principali trend digitali che interessano il mondo IT, tra cui i Big Data, il Cloud, gli analytics, la sicurezza e le App. Se da un lato, infatti, cresce per le aziende italiane l’esigenza di trovare persone con competenze digitali, dall’altro la capacità del mercato di soddisfarla è ancora ridotta e l’offerta formativa – scolastica e universitaria – non si è ancora adeguata alla trasformazione digitale che caratterizza oggi il mondo delle aziende. Acquisire conoscenze tecniche può favorire quindi l’occupazione dei giovani e colmare il gap tra digital skill richieste e quelle disponibili.

«Il divario tra richiesta del mercato del lavoro e disponibilità di competenze in ambito digitale è drammaticamente evidente; per contro il tasso di disoccupazione, soprattutto giovanile, scende a fatica – ha affermato Claudia Castellano, Country Leader, Oracle University Italia -. La tecnologia Oracle per molte aziende è uno standard e avviare un programma che formi e poi certifichi ufficialmente le risorse, significa dare un importante contributo alla riduzione sia di questo divario che del tasso di disoccupazione».

Nello specifico, il programma prevede dei cicli di training organizzati da Modis, con l’impiego di documentazione e spazi generalmente utilizzati per le esercitazioni ufficiali Oracle, e con formatori aggiornati secondo gli standard didattici e di competenze previsti dalla Oracle University. Alla fine del corso tutti i partecipanti riceveranno gli attestati di frequenza Oracle e potranno affrontare qualsiasi esame di certificazione compatibile con i moduli seguiti.

«Siamo orgogliosi di collaborare con Oracle – ha commentato Marco Guarna, Managing Director Modis – per poter offrire nuove opportunità di formazione e occupazione insieme a un partner di livello internazionale protagonista di un settore in forte crescita».

Articolo 1 di 5