Videointervista

Come disegnare un workplace orientato al wellbeing e alla produttività

Il messaggio del Chief Innovation Officer di 4wardPRO in occasione di Made In DigItaly

Pubblicato il 20 Dic 2022

Il fattore umano è un elemento strategico imprescindibile per il successo e la crescita aziendali. Tuttavia, non sempre le imprese riescono a costruire un ambiente di lavoro che permetta di creare engagement, semplificare le attività, valorizzare le persone. La tecnologia, all’interno di una nuova logica di umanesimo digitale, può contribuire al wellbeing dei dipendenti, con risvolti positivi in termini di soddisfazione individuale e produttività collettiva.

Durante l’evento MadeInDigItaly, Daniele Grandini, Chief Innovation Officer di 4wardPRO, racconta le criticità nel disegnare un digital workplace ottimale e mette al centro la soluzione Microsoft Viva come fattore abilitante per superare le sfide.

Inoltre, pone l’accento sulle persone come tassello fondamentale all’interno delle strategie di cybersecurity, proponendo la formazione, le simulazioni di attacchi e le campagne di sensibilizzazione come ricetta per accrescere la consapevolezza e l’attenzione dei dipendenti rispetto alle minacce.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Arianna Leonardi

Collaboratrice e redattrice per numerose pubblicazioni tecniche, specializzate in Informatica, Automazione ed Elettronica, ha maturato una significativa esperienza anche nel campo della fotografia, dell’industria video e dei media online. In ambito giornalistico, segue principalmente le tematiche legate alla digitalizzazione delle imprese, con un focus su cloud transformation, big data analytics e intelligenza artificiale. Iscritta all’Ordine dei Giornalisti dal 2008 e all’Associazione Nazionale dei Fotografi Professionisti, lavora con ZeroUno dal 2013.

Canali
H
HR
Argomenti trattati

Personaggi

Daniele Grandini

Aziende

4wardPRO

Approfondimenti

E
evento
T
trasformazione digitale
V
Video

Articolo 1 di 4