Agevolazioni

Formazione aziendale, due bandi per le imprese lombarde. Ecco come accedere

La Regione Lombardia ha deciso di rifinanziare due importanti bandi, “Formare per assumere” e “Formazione continua”, finalizzati all’inserimento di risorse qualificate e alla formazione continua per i dipendenti, elementi distintivi per la ripresa e la competitività aziendale

04 Apr 2022

Redazione

Bandi per promuovere la formazione continua dei lavoratori e degli imprenditori, sviluppando la competitività d’impresa, il riallineamento delle competenze, delle conoscenze e la valorizzazione del capitale umano. È questo l’intento che ha spinto Regione Lombardia verso lo stanziamento di nuovi fondi destinati a due iniziative, battezzate “Formare per assumere” e “Formazione continua”.

Che l’acquisizione di nuove competenze, soprattutto a seguito dell’accelerazione tecnologica registrata negli ultimi due anni, sia uno degli elementi chiave sul quale si gioca il futuro delle aziende all’interno di mercati sempre più interconnessi e competitivi è ormai un dato di fatto. Se da tutti i territori che compongono il nostro Paese ci si aspetta una presa di coscienza che si tramuti in azione, questo è tanto più vero in una regione come la Lombardia nella quale il tessuto imprenditoriale da solo rappresenta il 22% del Pil nazionale: dal riallineamento delle competenze con le reali esigenze di business dipende dunque non solo la sopravvivenza della singola impresa, ma di tutto il sistema economico italiano.

I bandi per la formazione aziendale di Regione Lombardia

Formare per assumere” e “Formazione continua”, i due i bandi messi a disposizione delle imprese lombarde dalla Regione hanno il medesimo obiettivo, fornire le competenze oggi necessarie per mandare avanti le imprese. I due bandi si differenziano tra loro per il target di destinazione: il primo pensato per le nuove assunzioni, il secondo per i lavoratori già presenti in azienda. Ma entriamo più nel dettaglio.

WHITEPAPER
Smart Working: lo stato dell’arte e cosa succede con la fine dello stato di emergenza
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

Bando Formare per assumere

Il bando Formare per assumere, approvato con decreto del 26 luglio 2021 e ora rifinanziato con delibera del 14 marzo 2022 per 11 milioni di euro, è specificatamente rivolto alle imprese con unità produttiva / sede operativa in Regione Lombardia che assumono persone prive di impiego (subordinato o parasubordinato) da almeno 30 giorni e contestualmente attuano, prima o dopo l’assunzione, un percorso di formazione per colmare il gap di competenze in ingresso. La misura prevede un bonus occupazionale, condizionato alla realizzazione di un percorso formativo commisurato all’età e al genere del lavoratore da inserire in organico, che va dai 4.000 agli 8.000 euro (lavoratori fino a 54 anni: € 4.000; lavoratrici fino a 54 anni: € 6.000; lavoratori over 55: € 6.000; lavoratrici over 55: € 8.000) e da due differenti voucher: un voucher per la formazione per un massimo di 3.000 euro e un voucher per la selezione di un massimo 500 euro per servizi esterni di ricerca e selezione del personale erogati da soggetti appartenenti all’elenco regionale degli operatori accreditati per i servizi al lavoro. A ciò si aggiungono ulteriori 1.000 euro se l’assunzione viene effettuata da un datore di lavoro con meno di 50 dipendenti. Per accedere al contributo, infine, bisognerà che i contratti di lavoro sottoscritti siano di tipo subordinato o a tempo indeterminato, a tempo determinato di almeno 12 mesi, in apprendistato o a tempo pieno, a tempo parziale (di almeno 20 ore settimanali medie).

Bando Formazione continua

Il bando Formazione continua, anch’esso da poco rifinanziato per il biennio 2022-2023 con 8,5 milioni di euro, invece, come anticipato, mira a supportare l’aggiornamento continuo del personale già interno all’azienda attraverso percorsi di upskilling e reskilling. Grazie a questo bando le aziende (micro, piccole, medie e grandi) con sede operativa/unità produttiva in Lombardia, entro il 15 ottobre 2022, possono richiedere dei voucher formativi con un valore massimo pari a  2.000 euro per singolo lavoratore, per un totale complessivo di 50.000 euro. I voucher devono essere selezionati dal catalogo formativo di Forma-Tec, ente qualificato presso la Regione Lombardia, tuttavia, sulla base delle proprie esigenze le aziende possono richiedere che vengano aggiunti eventuali corsi mancanti in catalogo. Al bando Formazione continua possono accedere anche i titolari e soci di micro, piccole, medie e grandi imprese con sede legale in Lombardia e iscritte alla Camera di Commercio di competenza e lavoratori autonomi oltre che liberi professionisti con domicilio fiscale localizzato in Lombardia che esercitano l’attività sia in forma autonoma sia in forma associata.

“Regione Lombardia è da sempre in prima linea con strumenti che permettano alle aziende lombarde di essere più competitive sul mercato. Mai come in questi ultimi anni di emergenza sanitaria la formazione si è rivelata un elemento fondamentale per la crescita delle imprese e per l’ampliamento delle competenze dei lavoratori e per questa ragione abbiamo potenziato le nostre misure in tale direzione, ottenendo importanti risultati anche in termini di occupazione. Continueremo a lavorare per favorire il nostro tessuto imprenditoriale investendo su percorsi formativi e su incentivi dedicati a tutte le categorie”, ha dichiarato Melania Rizzoli, Assessore alla Formazione e Lavoro di Regione Lombardia nel corso dell’incontro di presentazione del rilancio dei bandi tenutosi qualche giorno fa dal titolo dal titolo Formazione per le Imprese 2022: le misure di Regione Lombardia per la formazione in azienda.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4