Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Sponsored Story

EuHRnet, guidare il cambiamento organizzativo con nuovi modelli di collaborazione

La rete di imprese, che eroga servizi per l’amministrazione del personale aziendale, grazie al supporto di Kairos Coaching Project punta a fare da collettore a potenzialità distintive, rendendo persone e team più forti soprattutto nei momenti di crisi

26 Lug 2018

Per sopravvivere alla globalizzazione e riuscire a rimanere competitive, le imprese devono cambiare il modo di pensare, essere capaci di ragionare, decidere e comportarsi come farebbero se fossero dei semplici individui attenti e interessati alla propria crescita.

Per Alfonso Carbone, Coach della società di formazione Kairos Coaching Project, bisogna guardare lungo due dimensioni: quella finanziaria, industriale e procedurale, e quella organizzativa, relazionale e creativa. «Gli ingredienti necessari oggi sono otto: la consapevolezza delle capacità, la valorizzazione delle potenzialità distintive, la capacità di analisi del contesto, la visione sul futuro, il coraggio nell’operare scelte condivise, la tolleranza, la resilienza e il rispetto. Ma non basta perché per portare a casa il risultato bisogna guardare a modelli innovativi e inediti».

Alfonso Carbone

Coach, Kairos Coaching Project

Per questo Kairos contribuisce alla rete d’impresa Euhrnet, specializzata in servizi di outsourcing di amministrazione del personale. La loro collaborazione rappresenta, infatti, un esempio di modello innovativo, che contribuisce a fornire alle Funzioni del personale gli spunti per interpretare attivamente il cambiamento organizzativo che le nuove sfide di mercato impongono, attraverso la co-definizione di una strategia e la co-implementazione di un modello gestionale più efficiente ed efficace, basato sulla metodologia del coaching rivolta a Manager, team e singole figure.

«Ci siamo resi capaci di interpretare il nostro mercato di riferimento fatto di aziende in lotta per la sopravvivenza e abbiamo deciso di reagire e di interpretare un inedito ruolo allineato con le esigenze che cambiano. Ricchi dell’esperienza tecnica patrimonializzata e di una storia sul territorio allenato a interpretare le concrete esigenze dei clienti, ponendo sempre attenzione anche al fronte normativo e tecnico-organizzativo imposto dall’esterno, abbiamo deciso di unire le forze in modo innovativo, puntando alla valorizzazione di quanto ci rende eccellenti e unici».

L’ufficio del personale, così come l’azienda in generale, è un’organizzazione costituita da processi, ruoli, mansioni e persone completamente diverse, e non sempre è facile trovare un equilibrio tra le esigenze e motivazioni dei singoli e del team nel suo complesso, tutto questo impatta poi sull’efficienza operativa e di conseguenza sul benessere comune. «La rete di imprese punta a fare da collettore a potenzialità distintive, rendendo le persone e i team più forti soprattutto nei momenti di crisi. Abbiamo infatti osservato che quando c’è un’indecisione, le persone (e le organizzazioni) assumono un atteggiamento comune “tipico” che porta ad abdicare dal proprio ruolo di auto-governo e trascurare l’autorevolezza, a favore di interpretazioni e indicazioni altrui o, più semplicemente, di un disarmante immobilismo. In questi casi la soluzione al problema, indipendentemente dal contesto, generalmente è ricercata nel bacino delle competenze specifiche e dei pareri di esperti, di consulenze e consulti allontanando di fatto da se stessi il controllo, il vero dominio e con esso l’intima conoscenza e natura della situazione oggetto di crisi».

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4